cherubino

Ingegneria biomedica

Il corso di laurea in Ingegneria biomedica è ad accesso programmato.

Per poterti immatricolare devi prima superare una selezione.

Il concorso è unico per Ingegneria biomedica e Ingegneria informatica.

Puoi scegliere di partecipare alla selezione solo per un corso o per entrambi indicando l’ordine di preferenza.

Ti puoi iscrivere anche se non hai ancora conseguito il diploma di maturità.

Per partecipare non è necessario aver sostenuto il TOLC-I.

Prima sessione: le iscrizioni al concorso sono aperte dal 1° luglio 2020 (ore 8.00) al 27 luglio 2020 (ore 12.00).

Seconda sessione: le iscrizioni al concorso sono aperte per n. 37 posti a Ingegneria Biomedica e n. 50 posti a Ingegneria Informatica dal 7 agosto 2020 (ore 8.00) al 7 settembre 2020 (ore 12.00).

Terza sessione: le iscrizioni al concorso sono aperte dal 18 settembre 2020 (ore 8.00) al 5 ottobre 2020 (ore 12.00).

La seconda e la terza sessione saranno attivate solo nel caso in cui, al termine delle procedure di immatricolazione della precedente sessione, risultino ancora posti vacanti.

 

Ingegneria biomedica

225 per cittadini comunitari e non comunitari equiparati (di cui 11 riservati agli allievi della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa).

4 per cittadini non comunitari residenti all’estero richiedenti visto (di cui 2 riservati a candidati aderenti al progetto Marco Polo).

Ingegneria informatica

225 per cittadini comunitari e non comunitari equiparati (di cui 11 riservati agli allievi della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa).

15 per cittadini non comunitari residenti all’estero richiedenti visto (di cui 5 riservati a candidati aderenti al progetto Marco Polo).

Registrati o accedi al portale Alice entro la scadenza prevista per la sessione:

  1. Per la registrazione ti sarà chiesta la tessera sanitaria con il tuo codice fiscale
  2. Dovrai caricare la copia di un documento d’identità e una fototessera
  3. Nella tua area personale scegli “Segreteria e poi “Iscrizione Concorsi”
  4. A conclusione dell’iscrizione sarà disponibile una ricevuta con l’indicazione del numero progressivo univoco di iscrizione al concorso
  5. Ricordati di inserire – entro la scadenza prevista per la sessione – il voto di maturità (dal menu alla voce “Titoli di studio”)

Cittadini dell’Unione Europea e non comunitari equiparati

La graduatoria sarà formulata sulla base del corso scelto e poi della votazione dell’esame di stato conclusivo della scuola secondaria di secondo grado (“voto di maturità“), espresso in centesimi.

In caso di parità prevale il candidato che, nell’ordine:

  1. ha conseguito il miglior voto finale nell’insegnamento di matematica nell’ultimo anno di scuola secondaria di secondo grado (voto in decimi);
  2. ha conseguito il miglior voto finale nell’insegnamento di matematica nel penultimo anno di scuola secondaria di secondo grado (voto in decimi);
  3. ha conseguito il miglior voto finale nell’insegnamento di matematica nel terzultimo anno di scuola secondaria di secondo grado (voto in decimi);
  4. ha presentato prima domanda di partecipazione al concorso.

Per la sola prima sessione, saranno inseriti in graduatoria i candidati che hanno ottenuto un punteggio finale dell’esame di stato pari almeno a 80/100.

Nel caso in cui l’esame di stato conclusivo della scuola secondaria di secondo grado:

  • preveda l’attribuzione di un voto non espresso in centesimi, lo stesso sarà convertito in centesimi sulla base del voto minimo e massimo;
  • preveda l’attribuzione di un giudizio, lo stesso sarà convertito in centesimi sulla base del giudizio minimo e massimo;
  • non preveda l’attribuzione di un voto o di un giudizio, il candidato dovrà inserire nella procedura on line di iscrizione al concorso la media delle valutazioni dell’ultimo anno di corso, che saranno poi convertite in centesimi. Per il calcolo della media dovranno essere considerate le sole materie valutate con un voto numerico.

Cittadini non comunitari residenti all’estero richiedenti visto

Le domande saranno accolte in ordine di presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

Guida per l’immatricolazione

La scadenza per immatricolarsi è indicata nella graduatoria o nello scorrimento.

La valutazione delle conoscenze iniziali, e l’eventuale attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi (OFA), avviene secondo quanto stabilito dal Regolamento sull’accesso agli studi ai Corsi di Laurea coordinati dalla Scuola di Ingegneria dell’Università di Pisa.

Nel dettaglio, per potersi immatricolare senza OFA gli studenti devono sottoporsi a un test di valutazione online erogato dal Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso (CISIA), di seguito denominato TOLC-I, anche in modalità TOLC@CASA, ottenendo un punteggio non inferiore a 8/20 nella sezione di matematica.

Il TOLC-I comprende, oltre alla sezione di Matematica, anche sezioni di Logica, Comprensione Verbale, Scienze e Inglese, non determinanti ai fini dell’attribuzione di OFA. Tuttavia si raccomanda agli studenti di affrontare tutte le sezioni del test, che hanno comunque utilità ai fini dell’autovalutazione e dell’individuazione di eventuali carenze specifiche.

Gli studenti che non hanno sostenuto il TOLC-I o che non hanno raggiunto il punteggio di almeno 8/20 nella sezione di matematica potranno essere immatricolati con OFA e potranno eccezionalmente sostenere esami di profitto durante l’A.A. 2020-2021.

Gli studenti immatricolati con OFA sono tenuti a estinguerli per potere sostenere esami del secondo anno nell’A.A. 2021-2022. Gli OFA potranno essere estinti partecipando ai TOLC-I erogati dal CISIA, anche in modalità TOLC@CASA, ottenendo un punteggio non inferiore a 8/20 nella sezione di matematica, oppure sostenendo con esito positivo un esame di profitto nei Settori Scientifico Disciplinari di Matematica o di Fisica, sostenuti nei corsi di studio afferenti alla Scuola di Ingegneria. Nel caso di esami di profitto sostenuti in altri corsi di studio si rimanda la valutazione sull’estinzione degli OFA al corso di studio.

 

Per informazioni su piano di studi e sbocchi professionali vai alla presentazione del corso